Crea sito

indice di calore

Vai ai contenuti

Menu principale:

indice di calore

significato vocaboli
 
L’Indice di Calore, “Heat Index” (HI) o “Apparent Temperature” (AT), è un indice, calcolato in gradi Fahrenheit (°F), che permette di stimare il disagio fisiologico dovuto alla esposizione a condizioni meteorologiche caratterizzate da alte temperature ed elevati livelli igroscopici dell’aria.
Siccome per poter applicare la formula è richiesta la temperatura in °F, è necessario trasformare i valori della temperatura da °C in °F:
Ta(°F) = ( 9 / 5 ) ´ Ta(°C) + 32
L’equazione usata per la determinazione dell’Indice di Calore è valida solo per temperature uguali o superiori a 80°F (27°C) ed umidità relativa uguale o maggiore al 40%. Inoltre, è importante osservare che, con temperature superiori a 42°C, anche al variare dell’umidità relativa, l’indice attribuisce la condizione esaminata sempre alla classe estrema, cioè “elevato pericolo”.
Tale equazione fu derivata, attraverso un’analisi di regressioni multiple, da uno studio condotto e pubblicato da R.G. Steadman nel 1979, volto a descrivere il fenomeno del “caldo afoso”, inteso come gli effetti di temperatura ed umidità relativa sull’uomo a livello del mare.
HI = – 42.379 + 2.04901523 ´ Ta + 10.1433127 ´ UR – 0.22475541 ´ Ta ´ UR – 6.83783 ´ ( 10–3 ) ´ ( Ta2 ) – 5.481717 ´ ( 10–2 ) ´ ( UR2 ) + 1.22874 ´ ( 10–3 ) ´ ( Ta2 ) ´ UR + 8.5282 ´ ( 10– 4 ) ´ Ta ´ ( UR2 ) – 1.99 ´ ( 10–6 ) ´ ( Ta2 ) ´ ( UR2 )
Ta = temperatura dell’aria (°F);
UR = umidità relativa (%).

I parametri coinvolti nel complesso calcolo per ottenere questa equazione, oltre alla temperatura e all’umidità relativa dell’aria, furono:
pressione di vapore;
velocità effettiva del vento;
dimensioni di un uomo;
temperatura interna del corpo di un uomo;
tasso di sudorazione di un uomo.
L’Indice di Calore viene impiegato abitualmente negli Stati Uniti d’America, dal National Weather Service della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration), per valutare il disagio termico durante l’estate, periodo in cui il calore e la radiazione solare rappresentano un serio problema nazionale.
Quando l’Indice di Calore supera per almeno due giorni consecutivi i 105°F – 110°F (41°C – 43°C), il Servizio Meteorologico Nazionale avvia una procedura di allerta per la popolazione americana.
Tale procedura di allerta consiste nel:
1. divulgare uno speciale comunicato sul tempo e/o un comunicato di pubblica informazione, riportando dettagliatamente i valori dell’Indice di Calore;
2. segnalare quali soggetti sono più a rischio, nonché le norme di sicurezza più adatte per ridurre il pericolo;
3. indicare i Presidi sanitari locali e, nel caso di pericolose ondate di calore, assistere il personale delle strutture sanitarie.
L’informazione meteorologica, da parte di comunicati speciali sul tempo, comprenderà anche utili informazioni mediche, avvisi, nonché nomi e numeri di telefono delle strutture sanitarie locali.
Grazie alla ricerca, in seguito alle ultime scoperte, il National Weather Service ha classificato l’Indice di Calore in quattro categorie, riportando anche i possibili disturbi cui possono andare soggetti soprattutto le persone più deboli, come i malati, gli anziani e i bambini.
 
Categoria
Indice di calore (HI)
Possibili disturbi da calore per persone che rientrano nelle categorie ad elevato rischio
Cautela27°C <= HI < 32°CPossibile stanchezza in seguito a prolungata esposizione al sole e/o attività fisica
Estrema cautela32°C <= HI < 40°CPossibile colpo di sole, crampi da calore con prolungata esposizione e/o attività fisica
Pericolo41°C <= HI < 54°CProbabile colpo di sole, crampi da calore o spossatezza da calore, possibile colpo di calore con prolungata esposizione al sole e/o attività fisica
Elevato pericolo
HI >= 54°C
Elevata probabilità di colpo di calore o colpo di sole in seguito a continua esposizione
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu